#salvailsuolo

 In News

Dal 1° Gennaio è entrata in vigore in Italia la prima norma in difesa del suolo.

Il comma 460, detto #salvailsuolo, inserito lo scorso anno nella manovra di Bilancio, anticipa un articolo del disegno di legge sul consumo di suolo e il riuso del suolo edificato, al momento bloccato al Senato.
Con il 2018 non si potranno più utilizzare i proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni per la spesa corrente dei Comuni. Un perverso meccanismo di finanziamento, dove ogni nuova lottizzazione rappresentava la possibilità di raccogliere dei fondi. Un sistema che a ha causato lo scempio del nostro paesaggio e sul lungo periodo ha aumentato l’affanno economico degli stessi Comuni.
A partire dal 1° gennaio 2018, i proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni in materia edilizia a una serie di interventi, tra i quali la realizzazione e la manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria, il risanamento di complessi edilizi compresi nei centri storici e nelle periferie degradate, il riuso e la rigenerazione, nonché la demolizione di costruzioni abusive, l’acquisizione e la realizzazione di aree verdi destinate a uso pubblico, la tutela e la riqualificazione dell’ambiente e del paesaggio, anche ai fini della prevenzione e della mitigazione del rischio idrogeologico e sismico e della tutela e riqualificazione del patrimonio rurale pubblico, nonché l’insediamento di attività di agricoltura in ambito urbano.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search